Luisita Gasparini interprete traduttrice inglese tedesco info@luisitagasparini.it www.luisitagasparini.it

Il valore del traduttore professionista.

Chi lo conosce NON lo evita, ANZI LO CERCA!

 

 

 

 

 

 

Oggi l’inglese lo sanno tutti…questo è quello che sento dire spesso in giro. Tuttavia mi sembra un discorso piuttosto semplicistico.

Vi è mai capitato di dover consultare un manuale tecnico o un libretto di istruzioni e avere difficoltà a capirne il contenuto? A me più di una volta.

Una conoscenza generica della lingua non è sufficiente per una buona traduzione.

Prendiamo come esempio la traduzione di un manuale d’uso e manutenzione. A chi affidereste tale compito? Considerate che un manuale ben tradotto può fare la differenza sia in termini di immagine aziendale che in termini commerciali.

Si tratta di uno strumento indispensabile che permette all’utente di utilizzare il prodotto al meglio e in totale sicurezza e tutela anche il produttore da eventuali contestazioni o danni da uso improprio che possono essere causati proprio da una traduzione inadeguata.

Meglio affidarsi a traduttori professionisti!

 

Chi è il traduttore professionista?

Il traduttore professionista è colui che, avendo ultimato studi specifici, ha acquisito un’ottima conoscenza della lingua di partenza nonché una perfetta padronanza della lingua di arrivo e una profonda conoscenza della terminologia tecnica settoriale. La traduzione di un manuale è molto impegnativa e complessa, meglio evitare di improvvisarsi traduttori o di cimentarsi in “tuttologia”.

 

Che cosa c’è dietro una traduzione?

Prima di affrontare la traduzione, il traduttore professionista dovrà avere il tempo di consultare tutto il materiale disponibile sull’argomento, cercare glossari specifici, testi paralleli e, per eventuali chiarimenti sul testo da tradurre, si rivolgerà, se possibile, ad un referente competente in materia, che potrà essere un tecnico o l’autore del testo stesso.

L’ottima comprensione dei concetti tecnici sviluppati nel testo originale è fondamentale onde evitare eventuali traduzioni letterali ridondanti o prive di significato che potrebbero irritare o divertire il lettore esperto.

Ecco 15 suggerimenti da seguire per una buona traduzione tecnica

6 cose da evitare

  1. Linguaggio burocratico
  2. Uso di espressioni complesse
  3. Noun strings – catene di nomi difficilmente traducibili
  4. Forma contratta dei verbi
  5. Parole ridondanti
  6. Phrasal verbs

 

3 cose a cui fare attenzione

  1. Trabocchetti linguistici
  2. Falsi amici
  3. Limitare l’uso degli articoli determinativi e indeterminativi

 

6 cose da fare

  1. Preferire l’uso della forma passiva
  2. Nominalizzazione: laddove è possibile, trasformare i verbi in nomi
  3. Utilizzare strutture grammaticali semplici
  4. Con gli acronimi utilizzare gli articoli indeterminativi
  5. Ridurre gli articoli determinativi
  6. Ricercare i termini tecnici specifici

Il traduttore professionista deve saper riconoscere i trabocchetti linguistici e i “false friends” che si nascondono in una frase.

Vediamo alcuni esempi di soluzioni traduttive inadeguate:

  • il termine “eventually” che significa “alla fine” viene a volte erroneamente tradotto con eventualmente.
  • Current flow si traduce semplicemente con corrente. La traduzione flusso di corrente è errata.
  • Torsion springs sono molle parastrappi. Tradurre con il termine molle di torsione è errato.
  • Se pensiamo al verbo to replace ci verrebbe naturale tradurlo con il termine sostituire. Attenzione però al contesto a cui si riferisce. Nei manuali tecnici può riferirsi a parti che vanno riposizionate nella loro sede. Quindi la traduzione corretta è riposizionare.
  • Associated with – sebbene letteralmente significhi “connesso con” nel linguaggio tecnico assume un’altra connotazione ed è traducibile con direttamente proporzionale a.
  • State-of-the-art significa all’avanguardia, di ultima generazione. Tradurre questo termine con stato dell’arte è errato.
  • To adjust significa regolare; tradurre con aggiustare è errato.
  • Revolutions=giri del motore
  • To dismantle=rendere inefficace
  • To result in: A results in B=A risulta in B (traduzione inadeguata). Da A risulta B/da A consegue B/da A deriva B (traduzione corretta)
  • To keep track = nel linguaggio tecnico si traduce con seguire, controllare To keep track of the developments = seguire gli sviluppi
  • To keep track of the temperature = controllare la temperatura
  • To control: indica l’azione di regolare e comandare oltre che controllare
  • Control system può essere tradotto con sistema di controllo o con sistema di regolazione

Es: control systems for heating, ventilating and air conditioning = sistemi di regolazione per impianti di riscaldamento, ventilazione e condizionamento.

I Phrasal Verbs, costrutti verbali formati da verbo + preposizione o da verbo + avverbio, fanno parte delle cose da evitare. Molto utilizzati nella lingua scritta e parlata i Phrasal Verbs sono l’incubo di molte persone che si accingono ad imparare la lingua inglese proprio perché ne esistono una miriade, come per esempio to pop up, to turn off, to set up e molti altri ancora. Ebbene, possiamo tirare un sospiro di sollievo! Essendo espressioni verbali colloquiali il loro utilizzo in una traduzione tecnica è inadeguato.

Il compito del traduttore va ben oltre la traduzione in sé. Dietro c’è una ricerca lessicale e terminologica che richiede tempo e anche passione, caratteristiche necessarie per una traduzione di qualità.

Lo scopo di questo articolo è quello di trasmettere al lettore il valore aggiunto di una traduzione corretta e di dare alcuni suggerimenti a chi si affaccia per la prima volta alla professione di traduttore.

 

Luisita Gasparini

 

Hai bisogno di traduttori e interpreti professionisti?

Contatta il Team di PAP Parola ai Professionisti, traduzioni e interpretazioni senza commissioni!

Condividi...