Il bidule: un’alternativa al noleggio delle cabine per l’interpretazione simultanea?

Autore: Valentina Goldin MA Translationswissenschaft, interprete di conferenza e traduttrice DE/EN/FR>IT e IT>DE, base a Innsbruck. E-mail: office@goldin-translation.com Sito web: www.goldin-translation.com Profilo linkedin: https://www.linkedin.com/in/valentina-goldin-743147135/

 Molti interpreti freelance che lavorano senza la mediazione di un’agenzia devono confrontarsi con il tema del noleggio delle attrezzature necessarie per fornire il servizio d’interpretazione simultanea.

Certamente è comprensibile l’espressione di stupore di un cliente la prima volta che legge il prezzo del noleggio di una cabina per una giornata: non tutte le organizzazioni o aziende possono permettersi di spendere tanto denaro solo per il noleggio di una cabina mobile, al quale ovviamente si somma poi il costo della giornata d’interpretazione stessa.

Spesso servono simultaneisti per piccoli eventi, dal numero di partecipanti contenuto. Che fare in questi casi? Assumere tanti interpreti che facciano chuchotage a due o tre partecipanti per volta? Utilizzare solo l’interpretazione consecutiva, correndo il rischio di allungare troppo i tempi della conferenza?

Ebbene, l’alternativa esiste e si chiama bidule. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta: è un dispositivo composto da uno o due ricevitori per gli interpreti, microfoni, cuffie con diversi canali preimpostati e una valigetta dove posizionare i vari accessori per ricaricarli.

Si tratta di una tecnologia inizialmente pensata per le guide turistiche e per le visite a stabilimenti aziendali che si è in seguito dimostrata molto pratica anche nel campo dell’interpretazione.

Per piccoli eventi con una ventina di partecipanti e due sole lingue di lavoro (ad esempio italiano e tedesco) il bidule è la soluzione adatta: l’interprete posiziona un tavolo in modo da avere una buona visuale della stanza e sentire bene l’oratore, i partecipanti indossano le cuffie, scelgono il canale della lingua che desiderano ascoltare, regolano da soli il volume e il gioco è fatto!

Chiaramente, come per ogni incarico di simultanea in generale, è bene ingaggiare due interpreti per garantire un’alta qualità del servizio.

Il costo per il noleggio di un bidule è decisamente inferiore rispetto al noleggio di una o più cabine, cosa che lo rende chiaramente appetibile, ma ci sono alcuni casi in cui la cabina è l’unica alternativa sensata: eventi o conferenze con più di due lingue di lavoro (ad esempio italiano, francese, inglese), manifestazioni con molti partecipanti, situazioni molto rumorose che impedirebbero all’interprete di sentire bene l’oratore.

Non tutti gli interpreti amano lavorare con questo dispositivo: senza la cabina da simultanea alcuni colleghi si sentono esposti ancor di più al giudizio e al feedback immediato dei clienti.

Per i miei ultimi incarichi di simultanea ho utilizzato il bidule e personalmente lo ritengo eccezionale. Ho trovato molto stimolante il contatto diretto con i clienti, senza il  “muro” rappresentato dal vetro della cabina. È diminuito anche molto il senso di alienazione che a volte gli interpreti provano ad alcune conferenze: questo dispositivo mi ha fatta sentire parte attiva dell’evento e mi ha reso più facile concentrarmi sulla qualità della mia interpretazione.

 

Il bidule è l’alternativa a cui quasi nessuno pensa, ma di cui molti avrebbero bisogno!

 

 

Condividi...